I percorsi del tempo: il nuovo Glacier Garden di Miller & Maranta

di Web Staff

Compasses Magazine

Nello spettacolare paesaggio naturale che caratterizza il cantone lucernerse in diretto contatto con il sistema montuoso delle Alpi, il nuovo Glacier Garden viene aperto al pubblico mostrando nuovi legami tra la memoria dei luoghi e la varietà del paesaggio.

Il noto studio di Basilea, Miller & Maranta, realizzano una complessa opera come un lavoro articolato capace di bilanciare tecnica costruttiva e sensibilità artigianale. Dopo tre anni di lavori continui con macchine che scavavano la roccia arenaria in condizioni fisiche piuttosto estreme, è venuto alla luce un nuovo percorso sotterraneo con una sequenza spaziale unica e suggestiva. Le stratificazioni secolari e le fratture della roccia contribuiscono ad arricchire il percorso arricchito da sottili illuminazioni sulle pareti che richiamano immagini di antichi paesaggi di flora e fauna.

Questa “macchina del tempo”, come l’ha descritta Quintus Miller, ha guidato la scelta delle nuove architetture, l’ingresso al percorso, il ripensamento dell’esistente Chalet svizzero e la risistemazione del sistema dei percorsi. Un progetto che cerca un equilibrio tra l’artificio e la natura alternando alla forte presenza degli elementi naturali le audaci e arcaiche aggiunte contemporanee. La scelta del cemento ben si relazione alla roccia arenaria definendo spazi un un forte impatto materico.

L’intero processo progettuale è stato sostenuto dal Dipartimento per la conservazione dei monumenti storici del Cantone di Lucerna.

Photo Credits

© Gletschergarten Luzern

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Related Posts

Join our Monthly Newsletter

Sign up to receive the latest updates from Compasses Magazine and get a 40% discount on the annual subscription.