TEd’A arquitectes, Can Guillem i na Cati

di Web Staff

Compasses Magazine

Nella Can Guillem i na Cati TEd’A arquitectes mettono in opera una ricerca dell’abitare incentrata sulla relazione tra lo spazio aperto e lo spazio chiuso resa manifesta in un dialogo costante tra gli ambienti più intimi e introversi dello spazio della casa e quelli più relazionali e di socialità della corte.

Una casa semplice che si fonda su concetti antichi, una enfilade dove ogni stanza si traduce nella struttura portante che esalta i caratteri tipologici e costruttivi dell’isola di Mallorca dove dal 2011 è stato avviato il progetto.

Ogni stanza è definita da quattro pareti portanti realizzate con blocchi di cemento vibro-pressato, materiale economico e di facile reperimento. La dimensione di ogni stanza è calibrata sulla dimensione del mattone che definisce ritmo e regolarità costruttiva.

Le travi, lasciate a vista, disegnano i solai degli spazi interni. Il rigore costruttivo e la consistenza dei materiali disegnano anche le facciate esterne, su un podio che definisce il basamento – rapportandosi con la strada – si dispone la facciata in mattoni lasciati a vista ritmati da una sequenza di calchi e aperture.
Una casa dal sapore arcaico che concilia una domesticità moderna in forte relazione con lo spirito del luogo e il senso più intimo dell’abitare.

Photo credits

1-4 Luis Díaz Díaz

5 TEd’A arquitectes

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

NEWSLETTER

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.

Join our Monthly Newsletter

Sign up to receive the latest updates from Compasses Magazine and get a 40% discount on the annual subscription.