Tashkent Modernism: che futuro per questo patrimonio?

di Web Staff

Compasses Magazine

È stata appena inaugurata a Tashkent, Uzbekistan, la mostra Tashkent Modernism. Index – ospitata in Triennale Milano lo scorso aprile – che racconta l’incredibile patrimonio del Modernismo Sovietico della capitale uzbeca, attraverso lo sguardo prezioso del fotografo Armin Linke.

Ad apertura della mostra, l’importante conferenza Where in the World is Tashkent (18 e 19 ottobre 2023) – una preziosa lezione di Rem Koolhaas – ha posto un’importante tema all’attenzione della comunità scientifica internazionale e della comunità locale: quale futuro per questo significativo patrimonio?

La mostra e il convegno raccolgono i primi esiti dell’importante progetto Tashkent Modernism XX/XXI promosso dalla fondazione Uzbekistan Art and Culture Development Foundation, coordinato da Studio Grace, il cui eterogeneo team di ricerca è composto da architetti, storici dell’architettura, urbanisti, sociologi e esperiti di tutela, tra cui il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano, Boris Chukhovich e Laboratorio Permanente.

La mostra Tashkent Modernism. Index – arricchita di preziosi documenti archivistici rispetto all’edizione italiana – racconta l’architettura della capitale asiatica ricostruita dopo il disastroso terremoto del 1966, attraverso le fotografie di Linke, che ne indaga i capolavori, esaltando gli aspetti materici e formali di un capitolo della storia dell’architettura ancora inedito.

Share:

Facebook
Twitter
LinkedIn

NEWSLETTER

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.

Related Posts

Join our Monthly Newsletter

Sign up to receive the latest updates from Compasses Magazine and get a 40% discount on the annual subscription.