ARAN cucine: intervista a Rocco Pellegrini, export manager

di Editorial Staff

Compasses Magazine

In occasione di CERSAIE 2021, prima edizione del Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno dopo la sospensione del 2020, abbiamo intervistato alcuni dei principali espositori, quelli che fanno il prestigio di questa importantissima manifestazione internazionale.
Qui intervistiamo Rocco Pellegrini, export manager di ARAN cucine

Quali sono le novità che avete deciso di portare in fiera?

Oasi è una novità assoluta.
È un progetto dello Studio Stefano Boeri Architetti, presentato anche al Supersalone, che abbiamo voluto proporre pensando proprio al periodo post pandemia, come simbolo di eco-sostenibilità dei materiali e di attenzione all’ambiente e alla società.

Si tratta di un progetto decisamente ecologico.
Le antine, per esempio, sono realizzate con legni tavolati completamente riciclati ed essiccati, straordinariamente capaci di durare nel tempo.
La cucina è composta da un’isola, intorno alla quale immaginiamo si raccolga la famiglia, come in questo periodo, in cui è importante considerare il valore dei legami. L’albero che vi cresce al centro, come ciò che vi orbita intorno – l’amore, la condivisione – è protagonista ideale di questa cucina.

Oasi è completa di tutti gli elettrodomestici che servono nel quotidiano: il frigorifero, il forno, la lavastoviglie, il piano cottura, il lavello; la loro disposizione permette di non doversi allontanare dall’isola, e basta girarle intorno per compiere ogni gesto legato alla cucina e al ‘cucinare’.

L’albero, oltre ad essere un elemento simbolico, è anche versatile: può essere da frutto o appartenere a un’altra specie, e per prendersene cura è stato progettato un apposito sistema di irrigazione che gli consente anche di girare, così da poter ricevere sempre la giusta luce.

Un’altra novità è l’armadio Glix, realizzato sempre con materiali innovativi, in questo caso vetro e alluminio.
La sua posizione free-standing è originale, quasi speciale: porlo al centro di una stanza implica renderlo versatile ed eclettico, perché in questo modo può avere un ruolo sia estetico sia funzionale.

L’ultima novità è il mobile bagno, prodotto con materiali durevoli e resistenti come il plywood multistrato coperto in Fenix, quest’ultimo altamente tecnologico.

I nostri mobili sono 100% Made in Italy perché progettati, prodotti e assemblati in Abruzzo con la massima attenzione all’ambiente, sia per quel che riguarda la produzione sia per la scelta dei materiali.

Spostandoci in Medio Oriente, quale è il ruolo di quel mercato nella vostra strategia?

Abbiamo iniziato a interessarci a quel mercato anni fa e la strategia adottata oggi ci sta dando grandi soddisfazioni in due ambiti in particolare: quello del retail, perché siamo presenti sul territorio con diversi negozi mono brand ARAN, e quello del contract, con progetti e realizzazioni sia hotellerie sia residencial.

Grazie a organizzazioni e team differenti possiamo seguire in maniera puntuale le diverse attività: quella del retail, quotidiana con la vendita one to one, e quella del contract, che richiede invece una progettazione e l’assistenza di studi di architettura.

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

NEWSLETTER

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.

Related Posts

Join our Monthly Newsletter

Sign up to receive the latest updates from Compasses Magazine and get a 40% discount on the annual subscription.